Cerca nel blog

Welcare presenta i suoi progetti di sviluppo

Coinvolgente, dinamica e totalmente virtuale, con tanto di studio tv, scenografie 3d, tools digitali avanzati e sistemi basati sulla realtà aumentata che hanno permesso di raggiungere oltre cento partner, estero compreso.  

Tra interviste, video, dirette e simulazioni, quella tenutasi ieri è stata la prima convention internazionale di Welcare. La prima anche dopo l'ingresso della società umbra nel Gruppo Labomar. A luglio scorso, infatti, Labomar ha acquisito il 63% del Gruppo Welcare, composto da Welcare Industries Spa e Welcare Research Srl, aziende produttrici di dispositivi medici dedicati alla cura della pelle con sede a Orvieto.

"Un'occasione utile - ha dichiarato Walter Bertin, fondatore e preseidente Labomar - per toccare con mano la relazione duratura tra Welcare e i propri partner che hanno potuto apprezzare visione e strategia che abbiamo per il futuro. Ci sono opportunità di crescita importanti".
Orgogliosa di un evento che "ha dimostrato come, anche in Umbria, esistano realtà strutturate e innovative", Fulvia Lazzorotto, fondatore e ad Wecare. "Abbiamo presentato piano di sviluppo e progetti - ha detto - ma soprattutto gli investimenti che si tradurranno in ampliamento produttivo e posti di lavoro". 

L'azienda ha appena acquistato un terreno di oltre 2 mila metri quadrati adiacente al sito produttivo. su cui sorgerà il nuovo impianto di produzione. Alla convention non è mancato il contributo di Marco Grespigna, socio e membro del cda Welcare, artefice dell'incontro iniziale tra i due imprenditori.

Impostazioni

Menu

Condividi

QR code